Confronto sui prezzi del latte

Un’altra grande diminuzione dei prezzi del latte – Questo è l’unico modo per descrivere i risultati dell’ultimo confronto dei prezzi del latte effettuato dalla EMB. Questo raffronto include ora i prezzi del latte segnalati dagli allevatori che riforniscono 21 latterie europee nei sette più importanti paesi produttori di latte. Negli ultimi quattro mesi fino ad aprile 2018, i produttori di latte hanno dovuto assorbire ulteriori tagli significativi dei prezzi.

Questa volta sono le latterie olandesi e tedesche ad essere in cima alla lista con il più grande calo dei prezzi: gli allevatori hanno riportato diminuzioni da 5,27 a 5,74 centesimi a partire da gennaio. Tuttavia, ci sono molte discrepanze di prezzo anche tra le latterie in questi due paesi: nei Paesi Bassi, i prezzi alla stalla hanno spaziato tra i 34,30 e i 30,91 centesimi (differenza di 3,99 centesimi) mentre in Germania sono stati tra i 28,88 e i 31,81 centesimi (differenza di 2,93 centesimi). Il calo dei prezzi in Belgio è stato di -4,32 centesimi, in Lussemburgo di -3,35 centesimi mentre in Francia è arrivato a -2,78 centesimi per kg di latte standard (4% di grasso e 3,4% di proteina). Nell’aprile 2018, i prezzi del latte nei sette paesi segnalanti erano compresi tra 27.06 (Belgio) e 34.43 centesimi (Italia); il prezzo del latte biologico, che è attualmente riportato solo per il Belgio, è stato pari a circa 39-40 centesimi.

I calcoli mensili sono corretti per i pagamenti successivi. Questo è il motivo per cui i prezzi alla stalla per l’Italia nel 2017 sono stati corretti al rialzo dall’ultima pubblicazione. Un’ulteriore allevamento dal Belgio (BE-1) ha aderito all’iniziativa a partire da questa edizione.

 

Fonte http://www.ruminantia.it/european-milk-board-confronto-dei-prezzi-del-latte-in-europa/

Categorie
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com