Da Almaviva un premio per la ricerca sull’agricoltura tech

  • 1680811_1463408487-kpjE-U110022346538519EE-1024x576@LaStampa.it

Dare un nuovo impulso alla ricerca per la digitalizzazione del settore agricolo.È l’obiettivo di AgraDemy 2017, il premio promosso da Almaviva e presentato al Vinitaly, per la migliore tesi di laurea o dottorato di ricerca sul binomio informatica e agricoltura nel corso dell’anno accademico 2016/2017. Il direttore di Ismea Raffaele Borriello ha consegnato il riconoscimento al neo laureato Filippo Iodice per la sua tesi sulle metodologie di agricoltura di precisione spiegando: «Questa iniziativa costituisce un importante contributo di idee ed energie innovative per la crescita dell’intero comparto agroalimentare».

 

Un premio che, ha aggiunto Antonio Amati, direttore generale della divisione It di Almaviva «vuole avvicinare l’ambito della ricerca alla capacità progettuale di una grande azienda che ha le più elevate professionalità di system integration in ambito agricolo e offre un impegno nella realizzazione di innovative soluzioni tecnologiche nel settore agricolo e di tutela del territorio». La giuria, composta da esperti del settore informatico e agroalimentare, premia il miglior lavoro secondo criteri di rigore scientifico, originalità e contenuto innovativo; al vincitore verrà assegnata una borsa di studio del valore di 10 mila euro e offerto uno stage di sei mesi in cui applicare ed ulteriormente sviluppare la proposizione accademica.

Fonte: http://www.lastampa.it

Categories