Approval agricultural machinery

  • tractor-power-2015010752

The National Farm-contractors Union calls on the Government to implement as soon as possible as indicated in “Mother Regulation”the European Regulation for the approval of agricultural machinery It entered into force on 1 January this year and has since remained in the pits.

«Forse qualcosa si sta sbloccando. Nei mesi scorsi gli Stati membri hanno inviato a Bruxelles i loro dubbi interpretativi sull’applicazione della Mother Regulation. Per la fine di settembre sono però attesi i chiarimenti dalla Commissione europea. Entro la fine dell’anno il governo ha quindi il tempo per adeguare la normativa italiana a quella europea, meglio se attraverso circolari o decreti, perché modificare il Codice della strada rappresenterebbe un’ulteriore perdita di tempo», afferma il presidente di Uncai, Aproniano Tassinari.

Se esistevano dubbi interpretativi, resta tuttavia poco chiaro come costruttori e concessionari abbiano potuto già mettere sul mercato mezzi con omologazione europea. Le nuove prescrizioni costruttive e funzionali per tutelare la sicurezza dell’operatore e rispettare l’ambiente erano infatti note da tempo. Le norme per la circolazione stradale riguardano invece l’utilizzo dei mezzi agricoli e i vari Paesi mantengono il diritto di regolamentare la circolazione sul proprio territorio, ponendo dei limiti sulla velocità, sulla massa e sulle dimensioni.

«Il governo ha tuttavia già manifestato l’intenzione di adeguarsi alla normativa europea che mette ordine su diversi componenti e sistemi chiave dei mezzi agricoli, tenendo conto dell’upgrade tecnico che c’è stato», aggiunge Tassinari. In particolare, aumentano considerevolmente i pesi trainabili dai trattori agricoli, oggi limitati dai ganci Cuna con vincoli rimasti ingessati dal decreto ministeriale del 1983. In virtù della maggiore sicurezza garantita dai nuovi ganci a perno fisso (piton) e a sfera, la Mother Regulation porta la massa massima rimorchiabile da 20 a 24 tonnellate per i mezzi a 3 assi e a 32 per quelli a 4 assi.

«Più che sui costruttori, l’impatto del regolamento europeo rischia di pesare sui contoterzisti che hanno già acquistato i nuovi mezzi, non potendo sfruttarli appieno finché il regolamento non sarà recepito. Quest’anno rimorchi e mezzi omologati sono stati costretti a viaggiare sottocarico per restare nel limite delle 20 tonnellate di massa trasportabile, con rallentamenti dei cantieri di raccolta, più trasporti, più consumo di carburante e più inquinamento e meno sicurezza stradale».

To provide services to farmers as cheap as possible, the contractors are paying close attention to the news on the market, investing in what they can bring benefits for agriculture. "If almost a thousand pages of these anonymous birthed regulations in Brussels will arrive in the field with further delays, will not only frustrate the investments already made by the contractors, we also transmit our agriculture," concludes Tassinari.

 

Source: http://www.agrinotizie.com/

Categories