Piace il latte “Made in Piemonte”

Latte e formaggio piacciono di più se sono certificati Piemonte. Era partita come una scommessa eppure, la vendita di latte e formaggi 100 per 100 piemontesi è cresciuta del 60 per cento da quando tre mesi fa, grazie a un accordo con la Regione, il colosso della grande distribuzione Carrefour ha deciso di installare all’interno di un centinaio di propri supermercati degli “angoli” del banco frigo dedicati alla produzione lattiero casearia con origine certificata all’interno della regione. Non un nuovo marchio, ma semplicemente la scelta di radunare i produttori locali (che hanno sottoscritto un’autocertificazione di autenticità) in una zona unica all’interno del banco del fresco. E di renderli riconoscibili con il logo Piemunto: la mammella bianca di una mucca su sfondo rosso e scritta blu. I colori della bandiera piemontese, insomma, che identificano qualche centinaio di prodotti tra latte fresco, formaggi e yogurt locali.

Nel punto vendita di corso Montecucco a Torino, il primo supermercato a partire con la campagna, “nel primo mese, ad aprile, le vendite di questi prodotti sono salite del 27 per cento, a giugno siamo arrivati al 60 per cento” hanno spiegato i vertici di Carrefour durante l’inaugurazione del nuovo ipermercato di Nichelino, nell’hinterland torinese.

“E’ stata una scelta giusta – commenta l’assessore all’agricoltura Giorgio Ferrero – che conferma l’utilità dell’iniziativa, la sua capacità di

 

promuovere il latte piemontese e i suoi derivati in un momento particolarmente difficile per il comparto. Ed è anche la dimostrazione che i cittadini chiedono trasparenza e premiano i prodotti locali che la danno e insieme garantiscono qualità”. Quello di Carrefour è stato un progetto pilota, ma la Regione è già al lavoro per far aderire altri gruppi della grande distribuzione. E’ inoltre in dirittura d’arrivo una trattativa con Crai.

 

Fonte: La repubblica

Categories
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com