“Generazione Cheese” per i vent’anni dedicati alle forme del latte

  • 33332-1

Era il 1997 quando Bra fu invasa per la prima volta da profumi e sapori dei formaggi di tutto il mondo. «Cheese, le forme del latte», l’evento biennale organizzato da Slow Food, sta per aprire i battenti a vent’anni dalla sua nascita. Lo farà venerdì (15 settembre), alle 10,30, in piazza Caduti per la Libertà, all’inaugurazione dell’11esima edizione che sarà protagonista fino a lunedì 18 settembre.

 

Tante le proposte per un compleanno speciale, dove gli Stati Uniti saranno ospiti d’onore. Torna il Mercato internazionale che quest’anno, in piazza Carlo Alberto, presenta solo formaggi prodotti con latte non pastorizzato. Una battaglia che Cheese porta avanti da vent’anni ed è filo conduttore dell’edizione 2017 dal sottotitolo «Gli Stati generali del latte crudo». Per avvicinarsi al mondo degli artigiani del latte c’è la Via degli affineur e dei selezionatori. Presente anche la Casa della Biodiversità dove si potrà viaggiare tra i Presìdi Slow Food e i prodotti raccolti sull’Arca del gusto. Ci sono poi le «piazze» dedicate a pizza, gelato e birra. Tante le proposte delle Cucine di strada e dei Food truck. Non mancheranno le conferenze, laboratori e le cene Slow Food preparate da grandi chef all’Albergo dell’Agenzia di Pollenzo.

 

CON «LA STAMPA»

Il cortile di palazzo Garrone, nel centro storico, ospiterà al mattino gli incontri in collaborazione con La Stampa e al pomeriggio un’area «lounge» con accompagnamento musicale.

 

Fonte: Marisa Quaglia La Stampa

 

Venerdì, alle 18, il cortile sarà da cornice all’incontro «Vent’anni di Cheese festeggiati con i ragazzi della Cheese Generation», un aperitivo semiserio guidato dal caporedattore de La Stampa Luca Ferrua e dal presidente onorario di Slow Food Italia Roberto Burdese per ripercorrere la storia dell’evento con un pubblico d’eccezione: i ragazzi nati nel 1997. Al termine brindisi e dj set per tutta la serata.

«Dal mondo a Cheese» è invece l’appuntamento mattutino di domenica. Sfogliando i giornali, il direttore de La Stampa Maurizio Molinari e Carlo Petrini, patron di Slow Food, insieme con il vicedirettore vicario del quotidiano, Luca Ubaldeschi, commenteranno i fatti del giorno.

 

Tra le novità c’è lo «Spazio libero» dove assaggiare formaggi a latte crudo senza fermenti industriali, ma anche salumi liberi da nitrati e nitriti, pane e pizza con lievito madre, birra Lambic a fermentazione naturale. Per chi ama il grande schermo, nei due cinema braidesi c’è «Cheese on the screen», rassegna di film e documentari commentati tra cibo, ambiente e futuro.

Categorie